Irene Soave

coro

In le parole di oggi on 4 marzo 2010 at 3:35 pm

L’altro ieri un’armata, oggi invece un coro. Il Vaticano allontana il corista accusato di procacciare i ragazzini per Balducci, l’ex numero uno del Consiglio superiore dei lavori pubblici arrestato per corruzione nell’inchiesta G8. Un nigeriano di quarant’anni, palestrato, pare bonissimo. Dai presuli d’Oltretevere arriva un altro coro, tutto di esclamazioni di stupore: “Ma come, un corista del Capitolo di San Pietro?” “Beh, non era un religioso, ma solo un cantore volontario”. Non era un religioso, era una mosca bianca (anzi nel suo caso nera, vabbè), non ci si spiega come sia arrivato fin lì. Intanto anche a Balducci spunta in tasca una tessera di “Gentiluomo del Papa”. I Gentiluomini di Sua Santità hanno compiti come accogliere visitatori di riguardo e diplomatici. Balducci era anche consulente della Congregazione per l’Evangelizzazione dei popoli. Incarichi che il Vaticano comunica di aver ritirato, così come ha espulso il  bel corista.

Notizie contro le quali si leverà il coro dei benpensanti: la record-woman mondiale di chirurgia estetica, con 43 interventi in corpo, inietta il botox brevi manu alla figlia sedicenne; il 17% dei dodicenni ha problemi con l’alcool; a scuola piovono 5 in condotta e le sedicenni si fanno il piercing nei bagni. Il coro dei benpensanti ha un raffinato corifeo, stamattina, nel “Buongiorno” di Gramellini, che parla dell’uscita di prigione di Omar (“quello di Erika&Omar”). E’ incontestabile ma lo stesso mi mette a disagio: perchè?

Infine, un coro si leva sul web a scudo del Pdl, che in Lazio e Lombardia sembra, per ora, escluso dalle regionali, per via dei ben noti guai relativi alle liste. “Presidente, sono con te!!!”; “Fateci votare!”; e c’è anche chi non si rassegna: “Se necessario, faremo la rivoluzione!” Mi sembra l’abbiate già fatta, purtroppo. La stessa canzone la cantano a cappella i tre tenori Bondi-Verdini-LaRussa, che oggi come un sol uomo rintuzzano, dalle pagine del Corriere, Ernesto Galli della Loggia che ieri aveva firmato un editoriale al veleno sulla crisi del “partito di plastica”. Per la cronaca, io non dubito e non ho mai dubitato per un minuto che il Pdl riuscirà a candidarsi e in Lombardia e in Lazio. Resta solo da vedere come: Silvio pensa a una leggina. La sola parola “leggina” dovrebbe suscitare un coro di benpensanti veri, ma qui se ne staranno come sempre tutti zitti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: