Irene Soave

duelli

In le parole di oggi on 25 gennaio 2010 at 12:50 am

Le primarie del Pd in Puglia, divorzi illustri, videomessaggi ostili via Al-Jazeera, i sì-tav e i no-tav: la giornata di oggi, sulle pagine dei giornali, è senz’altro una giornata di duelli.


  

Una sfida a singolar tenzone, più che un bacino di confronto, sembrano diventate le primarie, fonte per i militanti di mal di pancia infiniti e per “la base”, qualunque cosa sia, occasione di scaldarsi e fare ammuina. Oggi in Puglia ha vinto Nichi Vendola. Bocciato Boccia, nonostante per lui si siano spesi Bersani, Franceschini, Fioroni, e l’offeso Massimo D’Alema abbia trascorso nel tacco dello Stivale tutta l’ultima settimana a fare campagna per il candidato moderato. 

   Sempre in politica (?), duello “al primo sangue”: quello fra Maurizio Gasparri e l’inviato di Ballarò Alessandro Poggi, apostrofato dal capogruppo del Pdl al senato come “uno sfigato che cerca solo del gossip”, risoltosi con un abbraccio fraterno fra i due contendenti al primo danno fisico inferto, “al primo sangue”, appunto, secondo i manuali di duellistica secenteschi. 
   Sembra proseguire, invece, tra cortei no-tav e convention pro-tav, la disfida sulla ferrovia in Val di Susa, e un presidio degli antagonisti prende fuoco, alzando la posta dei contendenti. Un duello del secondo tipo: quelli che proseguivano finché uno dei duellanti non fosse così ferito o stanco da essere fisicamente incapace di continuare. 
   Infine, ha il sapore di una nuova richiesta di soddisfazione il video su Al-Jazeera indirizzato al presidente degli Usa da Osama Bin-Laden, che rivendica l’attentato di Natale sul volo Amsterdam-Detroit. Osama contro Obama, duello-calembour. Destinato, pare, a finire all’ultimo sangue.
  Lancia il guanto in modo un po’ temerario, invece, il già (di)missionario Guido Bertolaso, che provoca: “I soccorsi militari Usa ad Haiti sono patetici, esibizionisti e scoordinati”. Finora nessuno raccoglie la tenzone da parte avversa, forse perchè un duello è una sfida tra pari.
  
   Infine, duelli matrimoniali: oggi sono ben tre le coppie che annunciano di lasciarsi. Gli inseparabili coniugi Bertinotti (“Non è vero che a sinistra non ci si separa”, chiosa lei, l’abbronzatissima sora Lella, in una lettera al Riformista in cui rivendica la fallibilità della “coppia militante d’antan”). L”inossidabile mostro a due teste Brangelina (per la cronaca i sei figli, tre adottati e tre naturali, staranno con lei, che già prima pare fosse a un passo dal suicidio chissà adesso). E infine l’inarrivabile Ivanona Trump che annuncia il quarto divorzio dal playboy Rossano Rubicondi.
   Tutte e tre le coppie hanno già raggiunto convenienti accordi economici, che non scontentino nessuna delle parti. Meno bene è andata invece al padre di un sedicenne torinese, che ha sequestrato la playstation al figlio perchè ci giocava da ore. Il figlio, disonorato, non si è formalizzato troppo, guanto o non guanto, e ha direttamente accoltellato alla giugulare il babbo, che ora è in rianimazione.

Annunci
  1. Il mio sogno sarà vedere la Lella con un toy boy, magari di destra (o simile). Che ne dici di una coppia con Capezzone?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: