Irene Soave

regali

In le parole di oggi on 21 dicembre 2009 at 3:31 pm

Cosa porta Babbo Natale ai cattivi, in questo 2009 povero e molto
bilioso? Il carbone, per carità, è una risorsa non rinnovabile quindi
costa più del caviale ed è out. Quindi regali utili anche a loro,
tanto con la crisi non è che si possa strafare. Un maglione nuovo a
Sergio Marchionne, per dire, che quest’anno ha salvato le sorti della
Fiat e non sembra avere avuto il tempo di cambiarsi. Un paio di
pantaloni al capo dello stato ceco Mirek Topolanek, l’unico capo di
stato che non abbiamo mai visto vestito. E anche una bella camicia per
il presidente della camera Gianfranco Fini, sempre più descamisado.
Oltre che incline a cambiarla, la camicia, con la stessa solerzia da
vice ambizioso con cui cambia i pannolini del nuovo pupo al posto
della moglie. Pare che faccia molto leader, però. A proposito di
pannolini, ne mandiamo un bel pacco anche al ministro Maria Stella
Gelmini
, in dolce attesa, che dichiara che dopo il parto non starà a
casa neanche un giorno, beata lei. Speriamo, invece, che a casa ci
resti Vasco: dopo la disastrosa cover di un inno generazionale come
Creep¸ dei Radiohead, che ricorda tanto le ballatone dei Beatles
tradotte da Don Backy negli anni Sessanta, gli mandiamo per Natale un
paio di pantofole e la borsa dell’acqua calda. Al (di)missionario
Guido Bertolaso regaliamo una tenda. Di quel bell’azzurro cielo che
campeggiava sullo sfondo dell’Aquila e che fa tanto campagna
elettorale, nel caso avesse nostalgia. Infine un gobbo ad Antonio Di
Pietro
: che non esca dal seminato con le sue dichiarazioni, non
fomenti il clima d’odio, ed esprima anche lui “condanna per il gesto
di un folle” e “solidarietà al premier”. Sul gobbo mettiamo il testo
del pastone politico di quattro anni fa, dopo il lancio del treppiede.
Tanto le dichiarazioni sono uguali identiche, cambiano solo, e non
troppo, i nomi di chi le fa.
A tutte le donne, infine, una moratoria generale su diete, estetiste,
depilazione, carinerie, bon-ton. Tanto si è visto che non tutti
apprezzano.

Ps – questo è un esercizio fatto a scuola stamattina. sette regali a sette uomini dell’anno. i miei compagni, che ne hanno fatti di fighissimi, sono invitati a infilare il loro nei commenti, qui sotto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: