Irene Soave

co(nci)l(i)azione.

In le città invivibili, luoghi comuni on 4 novembre 2009 at 6:24 pm

cornetti…S’ils n’ont plus de pain, qu’ils mangent de la brioche!

Ogni mattina scendo in metrò in piazzale Baracca, e timbro l’abbonamento in una fragrante aria di burro: dal brutto ma affollato bar di fronte ai tornelli viene un profumo di cornetti che fa girare la testa. Persino al binario per Sesto mi inseguono zaffate di boulangerie. A Conciliazione; ma anche a Loreto, a Sesto Marelli, meno in Centrale, quasi sempre a Lima. Agganciata alla gola dall’odore del burro, ho comprato le brioches di quei brutti, sempre uguali baretti, ogni volta che ho preso il metro al mattino nelle mie prime settimane milanesi; purtroppo ho sempre trovato fagottini molli, tenuti tiepidicci dai ripiani caldi delle teche, tanto unti da insozzarmi persino la borsa, oltre la carta ormai trasparente del sacchetto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: