Irene Soave

il solito trans trans

In femminile plurale, in altre parole on 2 novembre 2009 at 6:40 pm

Sì, la settimana è ricominciata e si parla ancora di trans. Nemmeno il titolo di questo post è una trovata originale, ma vabbè. Volevo solo citare (va bene, è l’ultima citazione di questo blog che sembra vivere solo più di parole altrui) la chiusa di un articolo di Natalia Aspesi, su Repubblica di stamattina. Utile e brillante, potrebbe riappacificare più di una lettrice con il proprio selvatico lato maschile, e donarle un piccolo punto nella quotidiana guerra interiore che ciascuna di noi combatte con la vecchia bella del liceo.

<Oggi, dice Rossi Barilli, “il trans può costruirsi secondo l’immaginario erotico degli uomini, offrirsi al loro desiderio profondo”. Le signore trasecolano, ci rimangono molto male: ma come, non le volevano esili, soffici, tenere, levigate, persino piccine, quasi infantili, insomma femminili, e loro per ansia di piacere, a dieta, a far ginnastica, ad ammorbidirsi e depilarsi ovunque; e poi si scopre che quel che sognano in segreto i loro innamorati sono donnone grandi e muscolose, con seni enormi e contundenti, consentita la barba e la voce profonda, soprattutto indispensabile quella parte del corpo che con tutta la buona volontà di accontentare i gusti degli uomini, proprio si ostina a mancare.>>

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: